Vulcano

la Hierà dei pirati

Vulcano

L’isola di Vulcano è sempre stata nota fin dall’antichità per la sua intensa attività vulcanica, ma non sembra mai essere stata abitata fino a età molto recente.
Nell’antichità l’isola era sacra ad Efesto, il dio dei vulcani e delle forze endogene della natura è portava il nome di Hierà (la sacra) o di Hierà Ephaistou (l’isola sacra a Efesto), ma sul’isola non sono state ritrovate testimonianze di culto prestate a questa divinità. Sono fiorite delle leggende che collocano nel cratere del suo vulcano l’officina di Efesto, nella quale lavoravano i ciclopi, ma ancora agli inizi del XV secolo gli spiriti infernali del vulcano si divertivano a disormeggiare le navi che cercavano rifugio dalle tempeste, se non si poneva una croce su l’ormeggio. Questo è narrato da Antoine de La Sale precettore dei figli di re Renato D’angiò, a cui capitò nel 1406 di visitare l’isola e lasciò una dettagliata decrizione della sua salita al cratere. Fu ritrovato nel XIX secolo un ripostiglio di monete d’argento di età greca, nascosto da qualcuno, recatosi in un momento di pericolo sull’isola e che poi non ha avuto la possibilità di tornare a riprenderlo. 
Poco abitata e dotata di due insenature opposte, una aperta a ponente ed una a levante, l’isola spesso forniva rifugio ai pirati del Tirreno. Qualche decennio prima dell’ultima grande eruzione del 1888-90 quando il cratere ha cessato di essere attivo, vivevano pochi agricoltori sul Piano, una zona molto fertile dell’isola dove tuttora vengono coltivate alcune aree e si fanno degli ottimi formaggi. Lo sfruttamento minerario per l’estrazione dello zolfo fu iniziato fin dai dai romani e continuato in diversi periodi. Nel XIX secolo l’isola di Vulcano fu concessa da Ferdinando I°, re delle Due Sicilie, al generale Vito Nunziante per i suoi meriti nelle guerre contro Napoleone, ma poi abbandonata. 
Nel 1860 l’isola venne rilevata dallo scozzese Stevenson che continuò a sfruttare le risorse minerarie fino al 1888, quando avvenne l’ultima eruzione del vulcano che distrusse tutte le attrezzature e lo costrinse ad abbandonare l’impresa e l’isola. L’attività estrattiva non riprese più, almeno come organizazione industriale, ma nelle zone di Gelso o sul piano continuò a svilupparsi una certa attivita agricola dai pochi abitanti rimasti, forse i coloni di Stevenson. L’isola in tempi recenti è divenuta un’apprezzata meta turistica, era già molto conosciuta prima della guerra come paradiso dei cacciatori e Pirandello veniva spesso a trascorrervi dei periodi. 
L’isola, però, ebbe una prima ondata di grande notorietà internazionale nel primo dopoguerra in occasione del film girato dalla famosa attrice Anna Magnani a Vulcano in contrapposizione al film girato da Rossellini a Stromboli. La storia d’amore fra Rossellini ed Ingrid Bergman a Stromboli fece scalpore ed ancora di più il fatto che la Magnani, che si diceva fosse innamorata di Rossellini, girasse anche lei un film nelle Isole Eolie nello stesso periodo per far dispetto al regista. Altro momento di notorietà Vulcano lo visse negli anni 70 grazie a Mike Bongiorno che costruì una villa nell’isola.

Video

Vedute

Seguici su Facebook

Meteo a Milazzo

Prenotazioni

Reception: (+39) 090 9297536
Mobile: (+39) 347 3792366
E Mail: info@lumaromilazzo.com
Richiedi una prenotazione

Scroll to top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informativa Estesa

Il sito “Lumarò Milazzo” utilizza i Cookie per rendere i servizi semplici ed efficienti per l’utenza che visiona le pagine di navigazione.
Gli utenti che visionano i nostri siti, vedranno inserite delle quantità minime di informazioni nei dispositivi in uso, che siano computer e periferiche mobili, in piccoli file di testo denominati “cookie” salvati nelle directory utilizzate dal browser web dell’utente. Vi sono vari tipi di cookie, alcuni per rendere più efficace l’uso del Sito, altri per abilitare determinate funzionalità. Analizzandoli in maniera particolareggiata i nostri cookie permettono di: memorizzare le preferenze inserite, evitare di reinserire le stesse informazioni più volte durante la visita quali ad esempio nome utente e password, analizzare l’utilizzo dei servizi e dei contenuti forniti dai Siti per ottimizzarne l’esperienza di navigazione e i servizi offerti.
Tipologie di Cookie utilizzati sul sito di Lumarò Milazzo
Cookie Tecnici
Questa tipologia di cookie permette il corretto funzionamento di alcune sezioni del Sito. Sono di due categorie, persistenti e di sessione, persistenti: una volta chiuso il browser non vengono distrutti ma rimangono fino ad una data di scadenza preimpostata di sessione: vengono distrutti ogni volta che il browser viene chiuso Questi cookie, inviati sempre dal dominio del sito di navigazione, sono necessari a visualizzare correttamente il sito e in relazione ai servizi tecnici offerti, verranno quindi sempre utilizzati e inviati, a meno che l’utenza non modifichi le impostazioni nel proprio browser (inficiando così la visualizzazione delle pagine del sito).
Cookie analitici
I cookie in questa categoria vengono utilizzati per collezionare informazioni sull’uso del sito. Useremo queste informazioni in merito ad analisi statistiche anonime al fine di migliorare l’utilizzo del sito e per rendere i contenuti più interessanti e attinenti ai desideri dell’utenza. Questa tipologia di cookie raccoglie dati in forma anonima sull’attività dell’utenza e su come è arrivata sul sito. I cookie analitici sono inviati dal sito stesso o da domini di terze parti.
Cookie di analisi di servizi di terze parti
Questi cookie sono utilizzati al fine di raccogliere informazioni sull’uso del sito da parte degli utenti in forma anonima quali: pagine visitate, tempo di permanenza, origini del traffico di provenienza, provenienza geografica, età, genere e interessi ai fini di campagne di marketing. Questi cookie sono inviati da domini di terze parti esterni ai nostri siti.
Cookie per integrare prodotti e funzioni di software di terze parti
Questa tipologia di cookie integra funzionalità sviluppate da terzi all’interno delle pagine del sito come le icone e le preferenze espresse nei social network al fine di condivisione dei contenuti del sito o per l’uso di servizi software di terze parti (come i software per generare le mappe e ulteriori software che offrono servizi aggiuntivi). Questi cookie sono inviati da domini di terze parti e da siti partner che offrono le loro funzionalità tra le pagine del sito.
Cookie di profilazione
Sono cookie necessari a creare profili utenti al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente all’interno delle pagine del sito.
Secondo la normativa vigente, Lumarò Milazzo non è tenuta a chiedere consenso per i cookie tecnici e di analytics inseriti sui siti, in quanto necessari a fornire i servizi richiesti. Per tutte le altre tipologie di cookie il consenso può essere espresso dall’utente con una o più di una delle seguenti modalità: Mediante specifiche configurazioni del browser utilizzato o dei relativi programmi informatici utilizzati per navigare le pagine che compongono il Sito. Mediante modifica delle impostazioni nell’uso dei servizi di terze parti Entrambe queste soluzioni potrebbero impedire all’utente di utilizzare o visualizzare parti del sito.

Chiudi